Partenza con vetro cellulare con la parete in legno in xlam o telaio

Per poter garantire una elevata durabilità nel tempo alla struttura portante in legno, la ProTek S.r.l.  con il cordolo in vetro cellulare crea una separazione totale fra platea in C.A. e pareti portanti in legno, tale da eliminare qualsiasi ponte termico; la possibilità di mettere in contatto la parete in  con eventuale acqua o umidità di risalita ed elimina il passaggio del gas RADON. Cordolo con partenza con vetro cellulare impermeabile all’acqua e al vapore acqueo, tipo FOAMGLAS

  • incombustibile Euroclasse A1 secondo DIN EN 13167 – UNI 13167
  • resistenza alla compressione 0,79-0,81 N/mm² secondo DIN 53421 (senza schiacciamento)
  • resistenza alla compressione CS test eseguito da istituto esterno abilitato, (EN 826, allegato A) [kPa] ≥ 600
  • conducibilità termica λD (EN ISO 10456) 0,041 W/mK
  • densità ~ 115 kg/m³, certificazione ISO NBN EN ISO 9001.
  • Il cordolo perimetrale in vetro cellulare sarà posato perfettamente in piano su supporto cementizio con strumentazione laser tale da garantire tolleranze di planarità dentro 2mm. e comunque tali da garantire la corretta posa delle pareti. Tale processo non richiede una planarità della soletta dentro i 2mm.

Perché posso avere presenza di acqua alla base della parete?

I motivi possono essere molti e di seguito ne riportiamo solo alcuni tenendo però presente che vi possono essere anche situazioni impreviste ed imprevedibili:

  • Infiltrazioni dall’interno: un secchio rovesciato, lavaggio dei pavimenti, perdite scarichi, etc…
  • Infiltrazioni dall’esterno: danneggiamenti locali alla guaina in fase di posa della parete o del cappotto, cattiva messa in opera della membrana, eventi atmosferici, risalita capillare dalla fondazione, etc…
  • Presenza di acqua nel legno al momento della posa dovuta a mancata protezione durante il trasporto o accumulata durante le fasi di produzione

Fenomeni di condensa interstiziale anche temporanei dovuti a condizioni climatiche non previste

L’ultima affermazione si presenta come particolarmente critica in quanto l’acqua sotto forma di vapore crea pochi problemi ma nel momento in cui condensa la situazione cambia radicalmente poiché la molecola d’acqua è molto più grande e pesante di quella di vapore. In conseguenza di ciò si formeranno accumuli locali per effetto della forza di gravità che non potranno in alcun modo essere smaltiti verso l’ambiente circostante.

Va detto inoltre che questi fenomeni disastrosi si possono manifestare sia nel breve periodo (settimane) sia a distanza di qualche anno dal completamente della struttura.

Questi problemi riguardano tutte le tipologie costruttive in generale: Xlam (o CLT, Crosslam), telaio (Holzrahmenbau), Blockbau, etc…

Di seguito vi riportiamo un interessante analisi scientifica dello studio sulla corretta partenza nelle case in legno

Fonte: Ergodomus | Ing. Franco Piva

Ergodomus - Studio Progettazione Strutture in legno

Esempi di applicazione

2018-11-06T18:37:36+00:00