//Residenza Casadei villa Xlam
Residenza Casadei villa Xlam2018-10-15T18:29:22+00:00

Project Description

Residenza Casadei Villa Xlam

Premesse

Riceviamo nel 2015 l’incarico per la progettazione di una villa xlam per famiglia nel territorio rurale di Cervia, in provincia di Ravenna. Sin da subito la committenza ha fornito alcuni “input” imprescindibili su cui poi si è basata la progettazione e dai quali abbiamo stabilito gli indirizzi preventivi e le scelte di massima. Il primo collegato alla necessità di avere un luogo di vita fortemente indipendente, con spazi aperti in proprietà evisuali esterne verso gli orizzonti, l’intorno, la campagna.

A seguire la manifesta volontà di giungere ad un edificio tecnologicamente moderno ed attuale, in special modo altamente performante sul piano dei consumi energetici e dunque con una spiccata sensibilità, verso i temi dell’eco sostenibilità ambientale e dell’autosufficienza. Terzo elemento, non ultimo per importanza, costituito dalla necessità di poter accedere alle detrazioni fiscali previste dalla normativa di settore, elemento cardine per la sostenibilità economica dell’intero intervento.

Lo studio si è quindi rapportato con un lotto già edificato da un’abitazione in particolare stato di degrado, priva di elementi caratteristici delle case rurali romagnole.

Abbiamo optato fin da subito per la sua demolizione totale, con ricostruzione ex novo dell’edificio, preservandone esclusivamente il volume originale e rientrando così all’interno del disposto normativo della “ristrutturazione edilizia”. L’occasione ci ha consentito altresì di collocare la nuova struttura esternamente alla fasce di rispetto stradale, fissata per le strade rurali in20 ml.

La lettura preliminare del quesito progettuale, ha imposto fin da subito una rotazione di novanta gradi dell’asse principale preesistente, orientando il lato “lungo”della nuova abitazione verso sud, in modo tale da cogliere maggiormente l’apporto di luce durante l’evoluzione solare: tale elemento, unitamente al tetto a due falde ugualmente disposto, sono i caratteri principali di richiamo all’edilizia rurale già presente in questi luoghi,segnatamente a partire dal 1900.

La possibilità di acquisire una porzione di terreno sul retro, proprio verso sud, ha di fatto consentito di giungere ad una disposizione planimetrica piuttosto equilibrata, dove l’edificio isolato trova una collocazione piuttosto centrale nel nuovo lotto ampliato, con un giardino di accoglienza a nord, pressoché di ugual dimensione rispetto al giardino posto appunto a sud, sul retro, adibito a luogo di vita privato en plein air.

Inserimento nel paesaggio

Proprio questa contrapposizione trova un parallelismo nel trattamento delle corrispondenti pareti che vi si affacciano:ermetica sul versante stradale e con poche aperture corrispondenti a vani di servizio,invece estremamente aperte verso il giardino, dove troviamo ampie vetrate corrispondenti agli spazi per il pranzo ed il soggiorno; l’impianto planivolumetrico molto regolare, a forma di parallelepipedo con tetto, qui trova una significativa discontinuità nella presenza di un ampio pergolato, che costituisce un esplicito richiamo formale al portico già presente in tutte le case di impianto colonico.

La scelta delle finiture esterne, è stata dettata essenzialmente dalla necessità di preservare alcune proporzioni, che tendevano a “sfuggire” in ragione delle limitazioni normative imposte, essenzialmente conseguenti al potenziale allagamento dell’area.

Abbiamo pertanto progettato un lieve innalzamento della zona nobile posta ad ovest, creando un piccolo “podio” costituito da 3 gradini e da fioriere, evitando così grandi riporti di terreno nel giardino e in conseguenza la costruzione dimassicci muri di cinta esterni,alieni al paesaggio circostante. Questo elemento, unitamente al trattamento delle facciate ed al prolungamento di un paramento murario verso sud (portico) e verso est (garage), hanno collaborato alla dominanza delle linee orizzontali su quelle verticali, ristabilendo un certo equilibrio nella percezione complessiva dell’immobile.

Con lo stesso criterio possiamo considerare la scelta del rivestimento in pietra utilizzato per il piano terra, che mostra così una forte collocazione del “peso” verso il basso, consolidando l’”ancoraggio” formale al terreno .

Più sopra una finitura ad intonaco di colore bianco, a stabilire anche una contrapposizione cromatica, a dichiarare lanetta suddivisione dei due piani di fabbrica.

Gli esterni

Ferro, Cemento, Legno, Vetro

Tecnologia ed impianti

Tutta la struttura è stata realizzata in legno, con la tecnologia denominata X-LAM per i paramenti verticali, che si impostano sulla platea di fondazione su cordone impermeabile vetrificato. Il vespaio della zona rialzata è stato realizzato con IGLOO autoportanti. Il tetto a due falde è sorretto da una grande trave di colmo centrale, con un unico appoggio centrale. Tutti i solai sono anch’essi  in legno a vista, mentre le pareti presentano una controparate interna funzionale al passaggio dei cavidotti degli impianti, con finitura in doppia lastra di cartongesso ed un rivestimento esterno termoisolante.

La casa risulta in classe A4 (consumo 10Kwora/mq-anno), anche grazie alle tecnologie utilizzate per l’impianto di generazione di calore e di ricircolo meccanico dell’aria: un impianto fotovoltaico posizionato alla falda sud, fornisce energia ad una pompa di calore con accumulo e ad un VRV (circuito di ricambio forzato dell’aria), che permette di preservare un aria sana senza dovere areare i locali, preservando però il calore scambiandolo tra l’aria in uscita e quella in entrata.

L’architetto d’interni che ha seguito la famiglia Casadei nello sviluppo del loro arredamento d’interni, portando a termine la cucina, il soggiorno ed i 2 bagni dell’abitazione.

Il cuore della residenza èla splendida cucina su misura, progettata e ingegnerizzata appositamente per l’occasione e realizzata artigianalmente dalla ditta BertiArredamenti di Cervia.

Gli elementi che caratterizzano questo manufatto e che lo rendono unico nel suo genere sono i seguenti:

  • Cemento a vista(prodotto da CementArte),nei sostegni verticali, nel top e nel grande lavabo;
  • Legno di roverenodato di riuso prelevato da edifici di fine ‘800 per tutte le ante;
  • Cementinedi riuso originali dei primi del ‘900 per il portale dell’isola;
  • Ferro con lavorazioni a vista per le maniglie e la struttura della cappa;
  • Rete metallica al posto dei vetri per le ante dei pensili;
  • Luci vintage sotto la cappa e gli strip led sotto e sopra pensili;

Tutti questi elementi già preziosi presi singolarmente sono stati organizzati in modo tale ottenere il risultato che tutti possiamo apprezzare e che è il frutto della concertazione tra la committenza e gli architetti dell’abitazione e gli artigiani.

Cucina

Di fronte alla cucina abbiamo posizionato un grande tavolo di produzione artigianale BertiArredamentiin rovere nodato in stile più contemporaneo e con i sostegni verticali che si vanno ad intagliare direttamente sul top. La dimensione è di 270 x 150 e può arrivare ad accogliere fino a 14 persone.

Dettagli da mettere in evidenza sono:

  • L’inserimento del tagliere a scomparsa;
  • L’uso di sedie in stile retrò con il colore in abbinamento al tavolo.

Bagni

Infine abbiamo i due bagni della casa che descriverei come il bagno di Lui al piano terra, caratterizzato da colori intensi e la grande vasca da bagno parzialmente interrata e il bagno di Lei al piano primo caratterizzato da tonalità più tenui e dalla grande doccia con un particolare tipo di vetrocemento.

Nello specifico, i dettagli dei bagni sono i seguenti:

  • Esagonelle decorate alle pareti,posate seguendo un disegno arbitrario ma di straordinario effetto;
  • Piastrelle di varie dimensioni e posate riprendendo l’andamento razionale dei pavimenti delle ville padronali di richiamo classico;
  • Mobili in roveredi riuso, prodotti artigianalmente dalla ditta Berti Arredamenti;
  • Lavabi in cemento(CementArte) di varie forme e colori;
  • Ferro con lavorazioni a vista;

E’ stato davvero un piacere poter collaborare alla realizzazione di questa splendida abitazione.

Desidero fare i complimenti alla Ditta Protek di Rimini che ha realizzatola struttura trasformando in realtà i sogni di Andrea e Simona.

Team Di Lavoro